Carrello0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Il prodotto è stato aggiunto al carrello.

Stone 25th Anniversary

La Storia del birrificio più iconico di San Diego

Stone Brewing compie 25 anni, i festeggiamenti in Italia in 14 locali con un compleanno diffuso ed una birra speciale per brindare al più iconico birrificio di San Diego.

Due amici, le chiavi di un magazzino vuoto e la voglia di creare il birrificio dei loro sogni. Inizia così la storia di Stone Brewing.
Steve Koch e Greg Wagner sono due amici appassionati di birra, vogliono produrre birra buona, con ingredienti scelti con cura e non sono disposti a scendere a compromessi. È su questi saldi principi e sulle loro ricette che veglia il Gargoyle, simbolo del birrificio e fido protettore delle birre e degli appassionati bevitori di Stone Brewing.

Greg Koch Steve Wagner Stone Brewing

La prima birra di Stone Brewing è stata la Stone Pale Ale, una versione “American” di una ricetta di stampo britannico. Luppolata con Athanum è stata la birra che ha iniziato a dare forma all’identità di questo birrificio. Ma è il 1997 che inizierà a dare forma allo stile Stone che ha appassionato, e appassiona ancora oggi, i bevitori di tutto il mondo. Nascono Stone IPA e Stone Arrogant Bastard.

Stone Brewing Stone IPA

Stone IPA
La prima cotta di Stone IPA, prodotta secondo la ricetta di Steve Wagner, è stata una vera e propria rivoluzione nel panorama USA, abituato alle pacate luppolature delle Pale Ale. Questa IPA luppolata massicciamente con Centennial, Chinook e Columbus, ha un amaro deciso e resinoso, senza dubbio una novità per i palati di quel periodo. Stone IPA ha rivoluzionato il modo di intendere questo stile, è stata il punto di partenza per birre come Stone Ruination IPA e la serie Stone Enjoy By IPA ed è stata il punto di riferimento per tantissimi birrai nel mondo, non ultimi i ragazzi di BrewDog con la loro Punk IPA. Stone IPA ha dato vita alla generazione luppolata negli USA e nel mondo.

Stone Brewing Arrogant Bastard

Arrogant Bastard
Questa iconica Strong Ale, diventata il simbolo di Stone Brewing, è nata per errore. Una birra troppo aggressiva per il pubblico di bevitori dell’epoca. Amara, strutturata, amara, corposa, amara. Abbiamo già detto amara?  La prima cotta è andata subito sold out, così come la seconda e la terza. I fan di Stone hanno decretato che questa birra, con il suo nome ed il suo carattere aggressivo, era destinata a restare.

2005 - 2009

Con il passare degli anni, Stone e le sue birre conquistano sempre più palati, e proprio per questo nel 2005 il birrificio apre una nuova facility a Escondido che ha permesso di dissetare sempre più palati. Stone lavora mantenendo un’attenzione maniacale per la birra artigianale, dalla selezione delle materie prime alla scrittura delle ricette, e si apre alle prime collaborazioni con i protagonisti della rivoluzione craft mondiale.
Il successo è tale che nel 2009 Stone è al primo posto della lista “All-Time Top Breweries on Planet Earth” redatta dal magazine BeerAdvocate. Tra il 2009 e il 2014 le birre di Stone hanno raggiunto tutti e 50 gli Stati degli USA, il birrificio si è ingrandito, ha aperto il primo World Bistro&Gardens a Escondido, ha aperto il suo Pub all’interno dell’aeroporto di San Diego ed un nuovo birrificio sulla costa Est, a Richmond, che gli permette di raggiungere tutti gli appassionati più semplicemente, rispettando sempre più la qualità della birra e mantenendo gli standard qualitativi più alti.

Stone nel mondo

Stone Brewing Berlin

È in questo contesto che Stone inizia a guardare all’Europa. Gli appassionati del birrificio chiedono a gran voce di poter bere i suoi prodotti nei Pub e nei Beershop di fiducia, ed ecco arrivare la risposta di Greg: apriamo un birrificio a Berlino. Il sito di Marienpark, oggi chiuso, apre le sue porte ufficialmente il 7 dicembre 2015. Ed è proprio in questo periodo che le prima birre di Stone arrivano in Italia.
Il 2016 è l’anno in cui la collaborazione tra Ales&Co e Stone Brewing prende forma, arrivano in Italia i fusti della Core-Line e le relative lattine. Una scelta che rispecchia l’attenzione per la qualità e la conservazione del prodotto durante tutti i punti della filiera. Finalmente neofiti ed appassionati possono bere una birra di Stone, al meglio del suo potenziale, nel proprio pub di fiducia.
Ma Stone vuole raggiungere tutto il mondo e, nel 2018, segna un altro primato. Apre a Shangai il primo pub in Cina di proprietà di un birrificio indipendente.  

Stone oggi

Riassumere 25 anni in poche righe non è semplice, specialmente se il soggetto è un’icona della birra artigianale, un vero e proprio punto di riferimento. Oggi Stone raggiunge 40 nazioni diverse nel mondo, le sue birre si sono evolute e oggi nella core line c’è spazio per  prodotti come Stone Hazy Ipa, Stone Buenaveza e Stone Neverending Haze.
Per festeggiare questo importante compleanno, comunque, ecco che nasce una TRIPLE IPA arrogante, strutturata, massiccia. Sono arrivati in Italia pochissimi fusti e per celebrare l’occasione come si deve, ecco che in 13 locali daremo vita ad un compleanno diffuso in cui brindare ai primi 25 luppolatissimi anni.

  • Amores Licoreria - Trani
  • Berlino - Padova
  • Loft - Udine
  • Pecora Nera -Cassano delle Murge
  • Shamrock -Piacenza
  • Fob -Rimini
  • Alibi - Firenze
  • Tap - Milano
  • Madama Beerstrò -Bologna
  • Terza Media - Modena
  • Rolling Stone - Trapani
  • Craft Garden - Roma
  • Brasserie Arnage - Cesena
  • BrewDog Bar Bologna