Home

Ready to welcome Stone Brewing Berlin! 20 aprile Milano - 21 aprile Roma

PDF Print E-mail
Written by Giorgia Croce   
Thursday, 14 April 2016 14:37
x

alt

 

Il momento che tutti noi stavamo aspettando è arrivato... Il 20-21 aprile avremo modo di festeggiare e dare il benvenuto in Italia a Stone Brewing, birrificio americano la cui fama è ben nota alle nostre latitudini, nonostante fino ad ora le birre non erano distribuite sul nostro territorio.

L'appuntamento è a Milano mercoledi 20 aprile e a Roma giovedi 21 aprile 2016. Il capoluogo lombardo vi aspetta per una tap takeover dalle 18.00 alle 19.00 al Baladin Milano in via Solferino 56, che proseguirà al Birrificio Lambrate in via Adelchi 5.
Il giorno seguente la capitale vi ospiterà dalle 18.30 con 9 spine al Ma che siete venuti a fà in via Benedetta 25. Dalle 21.00 Open Baladin in via degli Specchi 6, vi accoglierà con altrettante spine e un menu dedicato.

Nelle due città verrà presentata la nuova sede di Berlino, che sarà pronta l'estate prossima. Avrete modo di conoscere Greg Koch, fondatore di Stone Brewing, e assaggiare le birre di cui già sappiamo che vi innamorerete. Oltre a delle selezioni speciali verranno distribuite in maniera costante le seguenti birre (formati:lattine 0,33lt e fusti kkeg):

Last Updated on Thursday, 14 April 2016 17:45
Read more... [Ready to welcome Stone Brewing Berlin! 20 aprile Milano - 21 aprile Roma]
 

Grow your own! La Rogue Revolution passa per le Rogue Farms..

PDF Print E-mail
Written by Lorenzo Fortini   
Monday, 21 March 2016 16:32
x

alt

 

Ci è già capitato in passato di parlarvi di Rogue Farms e del progetto Grown Your Own Revolution ad esse legato; inoltre forse ricorderete l 'articolo pubblicato sulle Hop Ipa di qualche settimana fa, risultato tangibile del grande lavoro svolto dal birrificio statunitense sulle materie prime.

Ma di cosa stiamo parlando? Cosa sono esattamente le Rogue Farms?
In due parole sono le fattorie di proprietà di Rogue, ma risolverla così sarebbe davvero riduttivo. Si tratta infatti di un gruppo di coltivazioni che non si limita allo sviluppo delle materie prime base necessarie alla produzione di birra, distillati e bibite, bensì anche degli ingredienti aggiuntivi (pensiamo ad esempio alle nocciole usate in Hazelnut Brown Ale o ai jalapenos che ritroviamo in Chipotle Red Ale). A questo impegno si aggiunge la ricerca di varietà proprie di luppolo e malto.
Giusto per darvi qualche dato senza addentrarci in una lezione di agronomia, all'interno delle Rogue Farms vengono prodotte 8 varietà di luppolo in poco meno di 20 ettari di superficie, cereali come frumento, orzo (due tipologie), segale e mais in oltre 50 ettari e vi danzano più di 7milioni di api.

In questi termini il motto "grow you own revolution" che potremmo tradurre con "coltiva la tua rivoluzione" rappresenta per Rogue non solo un progetto ma una vera e propria mission su cui perfeziona la propria identità. Accanto a prodotti come le Hop Ipa, nelle quali tutto ciò ciò viene messo in risalto, troviamo anche un assortimento che si muove in questa direzione (pensiamo ad esempio a Chipotle Ale un tempo Rogue Ales mentre ora con logo Rogue Farms, visto il prevalente utilizzo di materie prime aziendali).

Ma lasciandovi riflettere liberamente su ciò che sta all'origine della pinta che avete davanti, veniamo ai nuovi arrivi dagli States di qualche giorno fa...

L'attesissima serie delle Hop Ipa è finalmente arrivata.. 4 Hop (355ml, 650ml), 6 Hop (650 ml, 30lt kkeg), 7 Hop (355ml, 20lt kkeg), 8 Hop (650 ml)

Troverete una sempre maggiore presenza del formato da 20lt kkeg rispetto al 30lt, per garantire una maggiore rotazione e quindi freschezza di prodotto: per questo arrivo potrete scegliere il 20lt per Dead Guy Ale, Chipotle Ale, 7 Hop Ipa, Brutal Ipa, Chocolate Stout, Hazelnut Brown Ale e Yellow Snow.

Siamo inoltre felice di comunicarvi che con questo carico c'è stato un bel riassortimento del merchandising di Rogue, che come ben sapete è ben fornito, e dovremmo poter soddisfare tutti i gusti. Cercate quello che fa per voi tra le disponibilità!

 

 

 

 

 

 

 

Norvegia in fermento..ecco gli ultimi arrivi da Nøgne Ø e Haandbryggeriet

PDF Print E-mail
Written by Lorenzo Fortini   
Monday, 14 March 2016 12:12
x

image

 

Mentre in tutta Italia si chiude la settimana della birra artigianale, da Ales & Co fremono interessanti carichi extraeuropei di provenienza norvegese e statunitense. Dalla Norvegia, su cui ci concentriamo oggi, Nøgne Ø e Haandbryggeriet tornano affiancando al riassortimento delle classiche e immancabili, una serie di nuove produzioni, in parte particolarmente estrose.

Per quanto concerne Haandbryggeriet gli inserimenti sono concentrati per gran parte sul mondo Sour, sperimentandone tutte le sfumature attraverso maturazioni in botte, aggiunta di frutta fresca e utilizzo di lieviti selvaggi. Curiosa soprattutto l'elaborazione acida fatta su due produzioni scure.

Per quanto riguarda Nøgne Ø invece avviene uno studio su prodotti con una rilevante componente alcolica; ad eccezione di Galactic Blonde, le nuove referenze arrivate sono infatti tutte al di sopra degli 8%abv. In produzione si sono sbazzarriti con maturazioni in botti specialmente di secondo passaggio (che in prima battuta avevano ospitato distillati) e l'utilizzo di ingredienti fuori dal comune come funghi, alghe e perfino lieviti di sake (a confermare e fondere la passione nogneiana per questi due mondi). Ne deriva una batteria di birre intense e complesse, ma con un profilo di grande eleganza, con accennati rinvii ad elementi vinosi.

Last Updated on Monday, 14 March 2016 17:05
Read more... [Norvegia in fermento..ecco gli ultimi arrivi da Nøgne Ø e Haandbryggeriet]
 
<< Start < Prev 1 3 4 5 6 7 8 9 10 > End >>

Page 1 of 41

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la tua esperienza utente. I cookie indispensabili sono già stati installati, come previsto dalla normativa vigente. Per avere ulteriori informazioni sui cookie che usiamo e come rimuoverli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetti i cookie da questo sito?

Leggi la Direttiva Europea sulla e-Privacy