Finalmente Beer Attraction, la conclusione del viaggio attraverso le birre dal mondo è dentro al bicchiere!

Print
Written by Giorgia Croce   
Friday, 16 February 2018 20:22
x

 

 

 

Il nostro viaggio verso Beer Attraction giunge alla sua ultima tappa. Abbiamo camminato per terre lontane attraverso le birre che possono rappresentare al meglio ogni nazione, cercando di capire quali siano i diversi modi di viverle.

Vi invitiamo, però, a concludere questo viaggio facendo esperienza dal vero di queste produzioni. Tutte le birre di cui abbiamo letto in queste settimane saranno disponibili a Beer Attraction, le troverete e ci troverete al Padiglione C5 Stand 166. Ci prenderemo la libertà di farvi viaggiare con il bicchiere e le papille gustative attraverso birre provenienti da USA, Inghilterra, Irlanda, Norvegia, Danimarca, Olanda, Nuova Zelanda e Sud Africa.

Ci piace considerare il nostro stand una vera e propria finestra sull’Europa e anche un po’ sul mondo: sarà l’occasione per assaggiare qualcosa che si affaccia da veramente poco tempo sul mercato Italiano, come Whiplash e Yellowbelly, che vi introdurranno al panorama brassicolo irlandese. Ma sarà anche il momento per dare un’occhiata a quello che succede in Norvegia con le proposte di Aegir e Amundsen, ed in Sud Africa con Devil’s Peak.

Ma parliamo un po' dei numeri di questa edizione di Beer Attraction. Vi aspettano 35 spine, una taplist che ruoterà nei quattro giorni della fiera e in cui troveranno spazio più di 50 prodotti diversi: le birre che già conosciamo, le chicche che cerchiamo con attenzione e le novità tutte da scoprire. A queste si aggiungono 12 birre in Cask, per rispettare la tradizione anglossassone di cui questi stili hanno bisogno.

Troverete ovviamente anche sei frigoriferi con una ricchissima selezione sia in lattina che in bottiglia, dedicando lo spazio che meritano anche ad una serie di birre Gluten Free, bevande analcoliche e sidri!

 

Come ogni anno i quattro giorni di Beer Attraction saranno sicuramente intensi, saranno l'occasione per salutare vecchi amici, ma anche incontrarne di nuovi, esperti del settore e neofiti. Avremo sicuramente modo di fare due chiacchiere, ma cercheremo soprattutto di far esprimere ognuno dei prodotti che portiamo con noi al massimo del suo potenziale affinché racconti non solo i propri ingredienti, ma anche la terra da cui proviene e il birraio che ci ha lavorato con passione.

 

 

Vi lasciamo con la tapline, al fondo della quale troverete anche i prodotti disponibili in Cask. Non resta che iniziare sin da adesso a prendere nota di tutte le birre che proprio non potete perdervi.

Per quanto riguarda, invece, tutte le informazioni sull'evento in generale, le trovate a questo link.

 

Cheers!

 

Brewdog, Punk IPA - Ipa da 5,6%

Brewdog, Jack Hammer - Imperial Ipa da 7,2%

Brewdog, Off-Duty Alien - Ipa con arance sanguinelle e pompelmo

Brewdog, Zeitgeist – Black Lager da 4,7%

Fierce, Cranachan Killer - Pale ale con aggiunta di lamponi e miele

Stone, Go to Ipa - Session Ipa da 4,5%

Stone, Ipa - Ipa dall'elegante acidità da 6,9%

Stone, Tangerine Express - Ipa con con l'aggiunta di mandarino e ananas,

Stone, Arrogant Bastard - Strong Ale irruenta e decisa

Devil's Peak, Dead Reckoning - Juicy Ipa da 7%

Rogue, Yellow Snow Pils 2018 - Pils con aghi di abete

Rogue, 6 Hop - Ipa parte della serie dedicata ai luppoli coltivati nelle Rogue Farms

Rogue, Hazelnut Brown - Brown Ale con estratto di nocciole.

Black Sheep, Best Bitter - Yorkshire Bitter caratterizzata dall’intenso profilo erbaceo

St Peter, Best bitter - Bitter con luppolo Golding

Beavertown, Gamma Ray - American Pale Ale pensata per essere una ''juicy tropical beer''

Beavertown, Lupuloid Ipa - Ipa classica, intensamente luppolata tramite dry hopping.

Beavertown, 'Spresso - Imperial Stout arricchita con una massiccia aggiunta di chicchi di caffè

BBN,  18|10 Farmhouse Tripel - Farmhouse Tripel luppolata con Citra

The Kernel, Ipa Centennial HBC431 - Ipa luppolata con Centennial e HBC431

Moor, Hoppiness - American Ipa da 6,7% con decisa luppolatura

Siren, Old Fashioned - Barley Wine invecchiato in botti di Bourbon

Wild Beer, Pogo - Pale Ale luppolata con frutto della passione, arancia e guava

Yellowbelly, For whom the sour trolls - Berliner Weisse con dry hopping di Citra

Whiplash - Bone Machine - American Ipa prodotta con avena e frumento, intensamente luppolata.

Yeastie Boys, Gunnamatta - Ipa con Foglie di Tè Earl Grey Blue Flower

To OL,  Dangerous Close to a Stupid amount of Peach - Imperial Ipa con aggiunta di pesche

To Ol, Chamomild - Mild Ale con camomilla

Mikkeller,  Mastodon Mother Puncher - Farmhouse Ipa da 6,6%

Mikkeller, I wish Gluten Free - Ipa deglutinata da 5,5%

Oedipus, Mama - Pale Ale con luppolo Centennial

Nogne Ø,  The Craic - Blackberry Porter - Blackberry Porter da 7%

HaandBryggeriet, Aquavit BA OdinsTipple - Black Ale con malti chocolate e lieviti selvaggi

Aegir, Lynchburg Natt BA Porter - Imperial Porter invecchiata in botti provenienti da Lynchbrurg (Tennesse- USA)

Amundsen, Hopbliminal Messages - NeIpa con luppoli Magnum, Mosaic, Simcoe e Citra

 

Cask

Black Sheep, Holy Grail – Golden Ale da 4%

Black Sheep, Riggwelter – Strong Ale, ambrata intensa, con luppolo Golding.

Black Sheep, SpecialAle – Bitter da 4,4%

Moor, Nor'Hop – Golden Ale con luppoli americani


Last Updated on Friday, 16 February 2018 20:34