Home NOTIZIE

Notizie

UNIQCAN, da Stone Berlino un nuovo progetto in esclusiva per l’Europa!

Notizie dai birrifici
Scritto da Antonella Piscitello   
Lunedì 10 Settembre 2018 15:53

alt

Potrebbe essere una buona idea organizzare un Week End a Berlino nelle prossime settimane: Stone Brewing Berlin ha organizzato per tutti noi una grande festa di compleanno sabato 15 settembre, per celebrare i primi due anni in Europa! Stone Brewing, l’iconico birrificio californiano che ha dato vita alla “generazione luppolata” noto per le sue birre audaci, di grande carattere e “luppolo-centriche” conosciuto e ammirato sia per i suoi prodotti, sia per aver mantenuto nel tempo un impegno costante nel garantire ai suoi fan le migliori birre possibili sempre al massimo della freschezza. Proprio per far questo ha deciso nel 2015 di aprire una nuova sede: un birrificio a Berlino pensato per poter offrire ai fan europei birre freschissime, disponibili tutto l’anno al picco del loro potenziale. Nascono a Berlino tutte le birre della core line Stone, da Stone IPA alla graffiante Stone Arrogant Bastard a cui si aggiungono spesso nuovi progetti in esclusiva per l’Europa. Uno di questi è UNIQCAN. Con questo nome si uscono “Unique”, tutte le release sono one shot, birre uniche in quantità super limitate, e “can” in quanto è stato creato un packaging esclusivo, lattina da 0,50 lt. con uno stile inconfondibile.

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Settembre 2018 16:03
Leggi tutto... [UNIQCAN, da Stone Berlino un nuovo progetto in esclusiva per l’Europa!]
 

Summer Beers, le proposte sotto i 5% da bere in vacanza

Notizie flash
Scritto da Antonella Piscitello   
Giovedì 09 Agosto 2018 09:52

alt

Qualcuno di noi è già andato in vacanza, altri aspetteranno ancora qualche giorno, ma la verità è che siamo nel pieno dell’Estate! Questo vuol dire che abbiamo sempre più bisogno di sali minerali e ovviamente di restare idratati.
Non ci lasciamo cogliere impreparati ed è per questo che abbiamo pensato ad una selezione di birre adatte alla stagione più calda in cui potremmo essere disposti a rinunciare a gradazioni alcoliche particolarmente elevate prediligendo nelle nostre bevute sensazioni più fresche e leggere.

La nostra selezione non può che partire da BrewDog che con la sua Pale Ale da 0,5% abv, Nanny State, fresca e luppolata, è riuscito ad aprire la strada a chiunque volesse produrre birre analcoliche ma di grande carattere; in più nel tempo ha introdotto birre come Dead Pony Club, Pale Ale da 3,8% abv e Indie Ale, Blonde Ale da 4,2% abv che mantengono una gradazione alcolica sotto i 4,5% abv e si dimostrano birre molto interessanti, estremamente versatili e beverine.

Restiamo nel mondo delle Ales ma ci spostiamo a Bristol con All Dayer di Moor, leggera e rinfrescante con intense note agrumate, e con le birre della serie Hop, “Session” Pale Ales da 4,1% abv che si distinguono per le varietà di luppolo utilizzate tra cui Union’Hop, luppolata con varietà inglesi e So’Hop, caratterizzata dai luppoli dell’emisfero australe.

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Agosto 2018 10:04
Leggi tutto... [Summer Beers, le proposte sotto i 5% da bere in vacanza]
 

Lost and Grounded: princìpi saldi e grandi birre

Nuovi arrivi
Scritto da Antonella Piscitello   
Mercoledì 27 Giugno 2018 10:12

alt

La storia di Lost & Grounded è una storia di paradossi: una coppia di Australiani che conquista la scena craft inglese grazie a birre in stile tedesco.Decisamente da non perdere.Ad un certo punto della sua vita, dopo aver lavorato per più di 10 anni in Australia all’interno di birrifici di piccole e medie dimensioni, durante un’esperienza lavorativa per Camden Town Brewery a Londra, Alex Troncoso, si pone queste domande:

What would my ideal brewery look like if I could build it? What would our ideal company look like if we could make it? Can we make something special if we believe in ourselves? ;Will we be able to leave a legacy behind one day, giving something back to the industry we love, that has been so good to us?

Come sarebbe il mio birrificio se potessi averne uno? Che tipo di azienda costruirei? Possiamo fare qualcosa di speciale se crediamo in noi stessi? Sarò capace di lasciare qualcosa in eredità e restituire qualcosa di positivo al mondo della birra artigianale che mi ha accolto e che amo?

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Giugno 2018 10:26
Leggi tutto... [Lost and Grounded: princìpi saldi e grandi birre]
 

LONEWOLF IS HERE!

Nuovi arrivi
Scritto da Antonella Piscitello   
Mercoledì 13 Giugno 2018 16:23

alt

Relentless in our art; curious in our science.

“Inarrestabili nel nostro lavoro, avidi di scoperte.”

Ecco come si presenta l’ultimo progetto di casa BrewDog arrivato in Italia: LoneWolf.

Non è il primo birrificio in Europa ad entrare nel mondo della produzione degli Spirits, ma è sicuramente tra i primi ad intraprendere questa produzione a partire dalla materia prima. Un percorso iniziato nel 2016 fatto di ricerca, esperimenti e alambicchi.

Il primo prodotto è stata una Vodka. Ottenuta tramite l’utilizzo di malto al 50% di orzo e al 50% di frumento, grazie ad una distillazione in due passaggi: il primo in un alambicco discontinuo a tre bolle - unico nel suo genere - e il secondo con un alambicco continuo a colonne.
Un alambicco discontinuo garantisce che le componenti aromatiche estratte siano più intense e caratterizzanti. L’alambicco a colonna regala, invece, prodotti con una buona morbidezza ed estremamente delicati. Il cuore della Vodka LoneWolf è un distillato al 96,4% abv, sarà poi filtrato solamente una volta, tramite un singolo filtro a carbone per mantenere del tutto intatte le caratteristiche sensoriali del malto, e addizionato di acqua fino a raggiungere un tenore alcolico di 40% abv. Risultato di un sistema di distillazione misto, questa vodka ha grande equilibrio, è morbida e profumata con delicate note di vaniglia e zucchero a velo.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Giugno 2018 16:36
Leggi tutto... [LONEWOLF IS HERE!]
 

Dal Beer Mile all’Italia, alla scoperta di Partizan Brewing!

Nuovi arrivi
Scritto da Antonella Piscitello   
Venerdì 01 Giugno 2018 07:45

alt

Un’intera area di Londra è diventata nel tempo meta di pellegrinaggio per i Beer Geek d’Europa e del Mondo. Stiamo ovviamente parlando del Beer Mile, nel Bermondsey, a sud est di Londra. Conosciamo già Brew By Numbers, Kernel e Fourpure famosi per la loro storia e le loro birre; oggi siamo finalmente pronti ad accogliere una realtà, proveniente dalla stessa zona che solo da quest’anno ha deciso di iniziare il suo viaggio verso l’Italia: Partizan Brewing.

La storia di questo birrificio è strettamente legata a quella del suo fondatore, Andy Smith. Appassionato homebrewer di Leeds decide di abbandonare la precedente carriera lavorativa per dedicarsi alla produzione di birre artigianali. Inizia collaborando con Andy Moffat, birraio del birrificio londinese Redemption Brewery grazie al quale diventerà un birraio professionista; inoltre in questo periodo stringerà rapporti di amicizia con i protagonisti della Craft Beer Revolution inglese. Nel 2012 sarà proprio uno di questi amici, Evin O’Riordain, birraio di The Kernel, a cedergli il proprio Brew Kit: nasce così ufficialmente Partizan Brewing.

“We work with pride and determination to deliver the best beer we possibly can”

“Lavoriamo con orgoglio e determinazione per offrire la miglior birra possibile”

Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Giugno 2018 07:51
Leggi tutto... [Dal Beer Mile all’Italia, alla scoperta di Partizan Brewing!]
 
<< Inizio < Prec. 1 3 4 5 6 7 8 9 10 > Fine >>

Pagina 1 di 29